Belial

Estratto dal romanzo “Catene invisibili”

“Belial era uno spirito mondano. Era sempre in cerca di persone con cui legarsi.

Non sopportava che le persone fossero libere. La sua più grande soddisfazione era sedurre nuove vittime, entrare nella loro vita e rimanerci il più a lungo possibile per sottometterle. Non lo faceva per cattiveria, era la sua natura. La cosa buffa era che, dopo il primo incontro, la maggior parte delle persone tornava sempre a cercarla.

Erano stregati da lei.”